“Vivemu”

di Agnieszka Winiarska

Avevo bisogno di staccare la spina da una giornata tesa e così mi son concessa una serata alla ricerca di un luogo magico alla ricerca di natura, pace e certamente anche buoni vini.  Così Venerdì 21 agosto ho partecipato a questa interessante serata, “Vivemu” nel doppio significato di “Viviamo”e ”Beviamo”, un viaggio nel mondo del vino con ideali compagni come degustazioni gourmet, master class, moda, arte, mixology. Teatro di questa prima edizione di “Vivemu” l’azienda vitivinicola Gambino, affascinante tenuta con bellissima vista e struttura moderna, elegante e funzionale.

Una degustazione di vini è per me un introduzione alla comprensione della ricchezza degli aromi e note nobili di questa antica “bevanda”. La Tenuta Gambino ci ha fatto vivere una serata densa di emozioni. La scelta era vasta grazie alle ottime selezioni di
Gambino Vini, Sicilia in Bolle, Strada del Vino e dei Sapori dell’Etna, Enoteca Regionale Sicilia Orientale e La Compagnia del Vino tra spumanti, bianchi, rosati e rossi. Tante cose molto interessanti. Bello e piacevole lo spazio disponibile e il poco assembramento che mi ha permesso di dialogare e confrontarmi con sommelier, produttori, giornalisti, chef  persone tutte unite da autentica passione.

A accompagnare queste selezioni i piatti di Elia Russo de “Le Dodici Fontane” Villa Neri, Massimiliano Vasta del “Vico Astemio”, Giuseppe Geraci del “Modì” e l’ottimo pane e olio di Aetnensis con olio EVO Dagala.

Senza offesa per nessuno per gusti personali piccola menzione per Massimiliano Vasta del ristorante Vico Astemio con un piatto notevole: raviolo ripieno di totani e patate con coulis di cozze e gamberi e spuma di ricotta salata.

Ma naturalmente il protagonista indiscusso della serata era il vino.

Durante la serata si sono svolte anche due Master Class guidate dai professionisti della Associazione Italiana Sommelier, che ci hanno accompagnato in una seducente esperienza.

GAMBINOVIVEMU53

La prima presentata dal Presidente AIS Sicilia Camillo Privitera, che ci ha fatto conoscere “bollicine vulcaniche”  con delle cantine provenienti dall’Etna come:

Gambino -Maria Gambino Brut

Murgo-extra brut

Cantine di Nessuno-ApumCantine Russo-Blanc de blanc

Nicosia-Sosta Tre Santi Carricante

Antichi Vinnai-Bolle Nere

La Gelsomina-Blanc de Noir

La seconda Master  Class titolata “Gambino en Primeur” presentata da Mariagrazia Barbagallo Delegata AIS Catania, con la degustazione di tre spumanti  con le annate 2013 e 2014 e affinamento sui lieviti dai 48 mesi ai 60 mesi e quattro Etna bianco con le annate dal 2014 al 2019

Quindi in conclusione  location incantevole, spazi aperti e immersi nel verde, grandi vini, ottimo cibo, buona musica e il tempo è voltato via. Rilassata e felice.

Spero in una seconda edizIone.

 

P.S.

Due cose che ho apprezzato.

La serata si è svolta nel rispetto delle regole previste dal decreto governativo, con il personale molto attento al servizio, usando le mascherine e senza creare particolari assembramenti. Tutto ciò ha permesso di poter godere un clima disteso e tranquillo assaporando sapori nuovi e degustando vino di indiscussa qualità.

Il personale cortese e gentile e il calice di benvenuto.

Ciao a tutti.

PHOTO-2020-08-23-10-18-42

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...